giovedì 30 aprile 2015

running: week #2

Ehmn..ok, non è passata una settimana dalla mia prima avventura con la corsa ma tipo un mese.
Ho delle giustificazioni più che valide!
La seconda settimana del mio programma mi sono beccata una mega ustione in faccia. Sono andata a fare una cima con gli sci d'alpinismo, e non sono proprio abituata a beccarmi giornate del genere.
C'era un sole enorme, nemmeno un filo d'aria (miracolo!) e io ho dimenticato a casa perfino gli occhiali da sole.
Così non solo mi sono scottata per benino la faccia, mi sono anche procurata una scottatura alle retine (ora non ricordo il nome scientifico ma vabbè, fa male uguale). Ho passato la notte con le patate sugli occhi, letteralmente. Avevo quella terribile sensazione si sabbia sotto le palpebre. I vecchi rimedi alla fine sono i migliori.
Non so se siano state le patate o la fila di aspirine ma dopo che mi ero ormai rassegnata a passare una notte d'inferno, il dolore si è placato consentendomi di dormire.
Purtroppo uscire è stato impossibile per un po', perchè il sole mi infastidiva sia la pelle che gli occhi. Per fortuna, niente di grave, solo tanto bruciore e fastidio ma in pochi giorni le cose sono tornate alla normalità. Con il sole non si scherza proprio.
Comunque, ho imparato la lezione, non dimenticherò mai più le protezioni solari.



La settimana seguente mi sono definitivamente trasferita per stare con il mio ragazzo, quindi nello stress da fai e disfa scatoloni non ho proprio avuto molto tempo per me.
Fortunatamente, dove abito ora sono al confine con un bel bosco che quindi ha agevolato il ritorno in pista che temevo non sarebbe mai avvenuto. A casa ero abituata a correre in strada in mezzo al caos, quassu invece ho trovato la mia oasi di pace, mi basta fare pochi metri per immergermi in un boschetto pieno di sentieri più o meno turistici ed è proprio bello correre così!

Per quanto riguarda il mio programma, la seconda settimana, riprende dalla precedente e aggiunge mano a mano un po' di corsa in più. Io ho valutato le mie condizioni fisiche e se vedevo che l'aggiunta era troppa, preferivo fare un passo indietro e fare per due volte lo stesso programma, piuttosto che procedere e morire. Come al solito ho saltato la camminata.
Fatelo anche voi se vi sentite troppo affaticati o se come me, avete perso un po' il ritmo. Vale anche il contrario, se vi sentite particolarmente in forma potete passare direttamente allo step successivo.
Attenzione, come sempre, a non strafare. Lo sport se portato oltre ai limiti è dannoso.

lunedì: correre 2 minuti e camminare 1 minuto per 10 volte
martedì: camminare 30 minuti
mercoledì: correre 3 minuti e camminare 1 minuto per 7 volte, più 2 minuti di corsa alla fine
giovedì: camminare 30 minuti
Venerdì: correre 4 minuti e camminare 1 minuto per 6 volte
sabato: correre 4 minuti e camminare 1 minuto per 6 volte

A conti fatti, per la fine della settimana raggiungete i 24 minuti di corsa sebbene intervallati dalle pause. Non male è? Io sono sempre più soddisfatta di me! In questo arco di tempo arrivo a fare 5Km, che la settimana prossima aumenteranno ancora.

Incredibile quanto prendere le cose per il verso giusto aiuti a proseguire con la massima soddisfazione! Ho sempre sbagliato nell'iniziare a correre ponendomi obiettivi esagerati. Ora, invece, procedo lentamente ma costantemente!

Nessun commento:

Posta un commento