martedì 30 giugno 2015

Estate: tempo di frutta e colori

Buon pomeriggio!
L'estate non è certamente la mia stagione preferita. Anche se abito in montagna soffro terribilmente il caldo. Se posso me ne sto rintanata a casa fino a tardo pomeriggio, quando il sole è quasi andato e l'aria rinfresca. Allora esco e mi godo le belle giornate.

Una cosa che mi piace moltissimo dell'estate però sono i colori del cibo. L'estate ci sono un sacco di verdure nell'orto e tantissima frutta colorata. Per me è davvero un piacere cucinare così, tanto che a volte uso le cose a casaccio solo in base all'aspetto visivo, che tanto, con frutta e verdura non si sbaglia mai!

Oggi, avendo ospiti a cena, ho deciso di preparare una bella macedonia colorata come dessert. Leggero e adattissimo al caldo, oltre che sempre gustoso. Così mi sono persa in internet a sbirciare idee simpatiche per utilizzare la frutta.

Dal blog exPress-o, una bellissima idea per rinfrescare le vostre bevande estive: con questi cubetti di ghiaccio farete un figurone!



Queste fragole sono invece golosissime e ideale per un aperitivo con le amiche: link



L'estate si sa, bisogna bere ancora più acqua del solito per restare ben idratati e molte di noi se ne dimenticano. Ecco dei suggerimenti gustosi per aromatizzare la vostra acqua e bere più volentieri.
Questa acque aromatizzate sono assolutamente naturali e perfette per la salute e il gusto.
Tagliate la frutta a pezzetti (usate frutta ben matura per il massimo del gusto), a scelta potete aggiungere delle erbe che completano il sapore. Io adoro il mix menta e limone, è super rinfrescante e la menta è anche purificante. Inoltre è una pianta infestante, quindi facilissima da coltivare in balcone, per averla sempre a disposizione.
Usate circa 1/3 del contenitore di frutta, pestatela come per fare un buon cocktail e aggiungete l'acqua. Va fatto riposare almeno 2-3 ore per insaporire. Ma più rimane a riposo, più sarà buona.
Ora non dovete fare altro che filtrare con un colino e poi mangiarvi la frutta ;)

!!Vi consiglio di sbucciare la frutta se non è biologica per evitare di mettere in infusione un mare di pesticidi!!

Il blog Theyummylife propone i seguenti gusti:


  • lamponi e lime
  • anans e menta (in questo caso pestate prima la menta da sola)
  • mirtilli e salvia
  • anguria e rosmarino



Fatemi sapere che gusti vi piacciono di più! Sperimentate.
Un bacio
Life

mercoledì 24 giugno 2015

Muffin al cioccolato



Buongiorno!
Oggi ho  fatto i Muffin al cioccolato, che per me sono quelli classici: quando penso ai muffin, li penso sempre così. 
Sono una grande fan di questo dolcetto, è più rapido e semplice di una torta ed estremamente versatile. Quando ho ospiti e poco tempo, spesso ripiego su di loro. Vi consiglio di lasciar stare i pirottini in silicone e prendervi direttamente delle teglie per muffin. Io ne ho due da 6, quindi 12 muffin alla volta. Le trovo più maneggevoli  e rapide. Di solito metto il pirottino di carta dentro le teglie e finita lì.
Un giorno mi piacerebbe imparare a decorarli un po', ma io purtroppo sono tarata su "dolci buoni ma bruttini".

Muffin al Cioccolato



Ingredienti:
per circa 20 muffin


  • 180 ml di latte fresco
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 300 g di zucchero
  • 150 g di burro 
  • 1 pizzico di sale
  • semi di una bacca di vaniglia (o aroma)
  • 70 g di cacao in polvere
  • 4 uova
  • 300 g di farina
  • 100 g di cioccolato fondente scagliato (io ne metto sempre di più :p)
Procedimento:

Fate fondere il burro in un pentolino, senza farlo bollire, basta scaldarlo un po'.
In una ciotola mescolare le polveri: farina, lievito, cacao, sale, così da unirle bene e sciogliere eventuali grumi.
In un altra ciotola sbattete burro, zucchero, vaniglia e uova fino a ottenere un composto spumoso. Io di solito uso le fruste elettriche (che nella casa nuova ancora non ho, sigh!). Aggiungere il latte.
Unite le polveri al composto ottenuto e incorporare bene.
Aggiungere le scaglie di cioccolato e mescolare.
Versare il composto nei pirottini con un cucchiaio, riempiendoli non oltre la metà (i muffin crescono di almeno il doppio in forno e finiscono per debordare). 
Infornate i muffin in forno preriscaldato a 180° per 30'.

Buon appetito :)

martedì 23 giugno 2015

Santa's Village: 1 Santa's House

Buon pomeriggio!
Si è aggiunto da poco ai miei interessi un nuovo passatempo per le giornate uggiose (che in questo periodo da me sono tante!) e per le serate casalinghe. Davanti alla tv mi annoio, ma sono abituata che,  la sera a casa si sta tutti insieme sul divano, prima con i miei, e ora con il mio ragazzo,
La tv non mi attira per nulla, anche perchè la volta che fanno un bel film, mi segno il titolo e me lo guardo in streaming, così non finisce all'una di notte causa interruzioni pubblicitarie.
Ecco, in queste serate solitamente io me ne sto sul divano a leggere o a fare altro. Da qualche anno ho scoperto una spiccata curiosità per gli hobby femminili che erano in voga ai tempi delle eroine austeniane, soprattutto l'uncinetto.

Grazie al blog di Irene, bravissima nel ricamo (andate a sbirciare i suoi lavori!), ho scoperto un progetto carinissimo, il Santa's Village, un progetto natalizio a punto croce in 12 tappe. Le tappe sono calcolate per essere una al mese, ma  io lo ho scoperto ora.
Ho ordinato le prime tre, con i materiali consigliati dal sito. Non so assolutamente ricamare, quindi ho preferito andare sul sicuro. Da piccola ricamavo ogni tanto quei cuscini prestampati su tela Aida. Beh, il progetto in questione è tutta un'altra storia!

le prime tre tappe :)

Prima di tutto bisogna capire quanti fili usare e come usarli. Alla fine, consultando vari blog credo di aver scoperto che con la tela di lino Belfast che ho preso si usano 2 capi di filo alla volta e che la crocetta si fa saltando un forellino fra un punto e l'altro. Insomma, viene una crocetta di 3x3 forellini.
Solo che sulla tela Aida della mia infanzia i buchi erano enormi, qui ci si cava gli occhi all'inizio. Per fortuna, con il tempo ci si abitua e ora i punti sono quasi automatici.

Secondo dilemma è stato dividere la tela a metà e posizionare i vari quadretti da ricamare:
- quanto sono grandi?
- quanti bordi devo lasciare?

Boh!! Io ho fatto un po' a casaccio sinceramente. Ho trovato la metà, e poi diviso la tela a occhio, ma ho scoperto di non aver preso per nulla il centro. In più ho calcolato troppo abbondantemente i miei quadretti. Lo avevo previsto però, quindi avevo il piano B:li ricamo così come o iniziato, poi taglio la tela e faccio un orlo decente.

Il mese scorso ho ricamato la casa di Babbo Natale, mi è piaciuto molto e il risultato è del tutto apprezzabile, nonostante un paio di punti sbagliati che mi auguro non si notino. Se ho voglia li rifarò..ma non credo!


Dai non è male no per essere la prima volta? Io sono molto soddisfatta, anche se sto pensando di sostituire i bottoni e occhi di Babbo Natale con delle perline nere, così da animare un po' il tutto.
La casetta è storta per la spiegazzatura della tela.

Ora sto provando la seconda teppa: Poinsetta Place.
Lo schema mi piace molto meno, ma su 12 ci sta che qualcuno mi lasci un po' meno entusiasta no?
Che ne dite?
Un bacio
Life

sabato 20 giugno 2015

Connessione mode on

Ciao a tutti!
Finalmente, dopo quasi due mesi, sono di nuovo connessa! Ci è voluto un sacco di tempo purtroppo, grazie alla burocrazia e a lungaggini varie. Poteva andarmi peggio. A un mio amico ci hanno messo due mesi ad allacciare il gas, almeno io mi posso fare la doccia calda.



Comunque è stata un'agonia. Vabbè, diciamolo, un 50% del mio bisogno impellente di internet era dovuto a stupidaggini. Il villaggio di Tribals da far crescere, Youtube da consultare, ma soprattutto Google! Io ormai chiedo a Google qualsiasi cosa: "Google, che cucino stasera?".  Sono Google dipendente.

Al di là di questo, comunque a me internet serve per potermi laureare (si ho dovuto rimandare, ma non per internet!) e per tenermi aggiornata nel mio campo, che se ci scappa provo il dottorato, anche se mi sembra impossibile. Quindi devo leggermi gli articoli che escono ecc, perchè il mio campo è ancora piuttosto nuovo, c'è un solo manuale ed è tutto in evoluzione.

Alla fine comunque, il tecnico della Telecom è arrivato, quasi gli stendevo il tappetino rosso. Dopo due ore di non so cosa, il modem ha dato segni di vita, evviva!

Questo tempo offline mi ha dato un po' di tempo per riflettere su varie cose, fra cui il blog. Io ho provato spesso ad aprire dei blog. Uno è durato perfino un anno, quando ero un'adolescente priena di problemi inesistenti da adolescente. Ma io ho veramente qualcosa da raccontare al mondo? Ho deciso che probabilmente no, ma non mi interessa nemmeno. Mi piace scrivere, mi piace esercitarmi a farlo, e a differenza della vita reale, che se uno ti parla è cortese prestargli un minimo di attenzione, nella rete, basta cambiare pagina e nessuno se ne accorge.

Dunque, rieccomi, ho un bel po' di aggiornamenti che posterò, fra i quali i miei esperimenti di vita nel nuovo appartamento. Malgrado sia stata un po' in giro per il mondo, non ho mai abitato da sola, sono sempre stata di base dai miei, Abito vicino all'università e non vedevo il motivo di pagare un'affitto (i soldi guadagnati lavorando avevano scopi più nobili,,,tipo ingrandire la mia libreria) e altre occasioni non ne ho avute. Per me è quindi tutta un'avventura.
Grazie al cielo l'appartamento nuovo ha una stanza in più, credo sia tipo la stanza dei bambini, che per me è diventata la stanza dei libri..magari vi farò vedere le foto. Sembrano tanti profughi i miei libri incastrati in doppia fila negli scaffali, ma lo spazio è quel che è. Comunque è una sistemazione temporanea..un giorno avrò una libreria così:

Mi sono innamorata subito della Bestia, appena visto questa stanza!

Ma vedo di non tirarla in lungo, era solo un post per comunicarvi il mio ritorno!
Ciao, buon fine settimana!
Life